La pagina sfrutta i cookie per migliorare costantemente l’utilizzo del sito. Navigando su questo sito web, ci si dichiara d’accordo con l’utilizzo di tali cookie. Maggiori informazioni

OK
MITOLOGIA E STORIA

IL VISCHIO NELLA MITOLOGIA NORRENA

Intorno all'anno 1220, lo studioso islandese Snorri Sturluson scrisse la sua versione in prosa dell'Edda poetica. Nell'ultimo capitolo, il vischio svolge un ruolo importante.

E questo è l'inizio di questa storia, con Baldur, il buono, che fece dei sogni gravi, che mettevano a rischio la sua vita. Quando raccontò i suoi sogni agli Asen, questi si consultarono e decisero di proteggere Baldur da tutti i pericoli. Frigg [madre di Baldur] ottenne dal fuoco e dall'acqua, dal ferro e da tutti i minerali, dalle pietre e dalle terre, dagli alberi, dalle malattie e dai veleni, da tutti gli animali a quattro zampe, dagli uccelli e dai vermi, il giuramento di proteggere Baldur. Quando ciò accadde e fu a tutti noto, gli Asen si divertirono con Baldur, che si mise al centro della cerchia, mentre alcuni lo colpivano, altri lo percuotevano, e altri ancora gli lanciavano pietre. Qualsiasi cosa facessero, non gli arrecava danno; ciò sembrò a tutti un grande vantaggio.

Ma quando Loki, il figlio di Laufey, vide questo, non gli piacque affatto di non poter ferire Baldur. Egli andò da Frigg al palazzo di Fensal, sotto le sembianze di una donna. Frigg chiese alla donna se sapeva cosa avessero fatto gli Asen nella loro riunione. La donna rispose: hanno tirato tutti su Baldur, ma lui non si è ferito. Allora Frigg disse: Né armi né alberi possono ferirlo: ho ottenuto il giuramento da tutti. Allora la donna chiese: Tutte le cose hanno giurato di risparmiare Baldur? Frigg rispose: A ovest di Valhalla cresce un arbusto, denominato vischio, che mi sembrò troppo giovane per poterne accettare il giuramento.

Allora la donna se ne andò; Loki prese il vischio, lo strappò e andò alla riunione. Hödur stava nella parte più esterna della cerchia degli uomini, perché era cieco. Loki gli chiese perché non tirasse su Baldur. Egli rispose: Perché non vedo dov'è; d'altra parte, non ho neanche un'arma. Allora Loki disse: Fa' come gli altri e onora Baldur, come fanno tutti. Ti indico io dove si trova: tu tiragli addosso questo ramo. Hödur prese il ramo di vischio e lo lanciò contro Baldur, seguendo le indicazioni di Loki. Il tiro trafisse Baldur, che cadde morto al suolo, e quella fu la più grande disgrazia che mai avesse colpito uomini e dei.

 

Fonte: Edda III – La giovane Edda di Snorri Sturluson. Traduzione e selezione di Karl Simrock. Casa editrice Reclam, Lipsia 1944; p. 55–59.

State uscendo dalla pagina web della Iscador AG

Uscirete dalla pagina web della ISCADOR AG ed entrerete nel sito web di un altro fornitore. I contenuti lì pubblicati, inclusa la relativa configurazione, sono stati redatti senza la collaborazione della Iscador AG e sono soggetti all’esclusiva responsabilità del fornitore terzo. La Iscador AG non si assume alcuna responsabilità in merito a correttezza, completezza o stato di aggiornamento di tali informazioni e delle eventuali conseguenze legate al loro utilizzo. Se accettate queste indicazioni, confermare con Accetto.