La pagina sfrutta i cookie per migliorare costantemente l’utilizzo del sito. Navigando su questo sito web, ci si dichiara d’accordo con l’utilizzo di tali cookie. Maggiori informazioni

OK

Impiego

Come vengono somministrati i preparati di vischio?

I preparati a base di vischio vengono somministrati tramite un'iniezione sotto la cute (sottocutanea) perché sotto forma di gocce, i legami proteici in essi contenuti possono essere digeriti dall'apparato digerente. L'iniezione è simile a quelle di insulina e può essere autosomministrata dal paziente, su istruzione del medico.

Quale ago/cannula e quale siringa sono adatti all'iniezione?

Il formato più utilizzato è una cannula da 0,4 x 19 mm con una siringa da 2 ml. Però è possibile chiedere all'operatore sanitario curante che cannula abbia utilizzato.

Esiste un momento ideale per avviare la terapia?

A seconda dell'obiettivo terapeutico, i preparati a base di vischio possono essere somministrati in momenti diversi e in vari stadi della malattia. In linea generale, però, vale il principio che prima viene avviata, migliore sarà l'effetto. Quindi è opportuno iniziare quanto prima dopo aver ricevuto la diagnosi.

Qual è la frequenza raccomandata per le iniezioni?

Generalmente, i preparati a base di vischio vengono iniettati da due a tre volte alla settimana. Spetta al medico decidere un'eventuale personalizzazione. Durante i primi anni di uso della terapia, però, si è rivelato efficace un ritmo di tre iniezioni alla settimana (ad es. lunedì, mercoledì, venerdì).

Da cosa si capisce che la posologia è efficace?

Può manifestarsi un arrossamento cutaneo (anche con indurimento, prurito, gonfiore o calore) di al massimo 5 cm di diametro presso il sito dell'iniezione o un aumento della temperatura corporea fino a 38 °C. Inoltre, si può avere un miglioramento dello stato di salute generale, che si manifesta con l'aumento dell'appetito e del peso, la normalizzazione del sonno, il miglioramento della sensibilità al calore e del rendimento, una minore suscettibilità alle infezioni, il miglioramento del tono dell'umore, dello stato d'animo, della capacità di autoregolazione e della capacità di prendere iniziative. In genere, le reazioni locali si attenuano o scompaiono nel corso della terapia.

Quanto a lungo viene somministrato il preparato di vischio?

La terapia con vischio prosegue per tutto il corso della malattia tumorale. Inoltre, si è dimostrato utile continuare la terapia anche per prevenire il rischio di recidive (ricadute). Ciò significa che, nella maggior parte dei casi, la terapia viene continuata per circa cinque anni dal momento della diagnosi, rispettivamente in seguito a intervento chirurgico o anche più a lungo (ad es. carcinoma mammario o del colon).

State uscendo dalla pagina web della Iscador AG

Uscirete dalla pagina web della ISCADOR AG ed entrerete nel sito web di un altro fornitore. I contenuti lì pubblicati, inclusa la relativa configurazione, sono stati redatti senza la collaborazione della Iscador AG e sono soggetti all’esclusiva responsabilità del fornitore terzo. La Iscador AG non si assume alcuna responsabilità in merito a correttezza, completezza o stato di aggiornamento di tali informazioni e delle eventuali conseguenze legate al loro utilizzo. Se accettate queste indicazioni, confermare con Accetto.